Osvaldo Colagrande

lutto

Il prof. Osvaldo Colagrande, fondatore nel 1975 dell'Istituto di Enologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, ci ha lasciato il 18 giugno 2017.

Uomo di grande rigore e fermezza che trasferiva con entusiasmo e in forma di nuove proposizioni per la ricerca. Con lui si è sviluppata l’attività didattico-scientifica delle prof.sse  Silva, Fumi e Mazzoleni. Io ne conobbi gli insegnamenti nel suo ultimo periodo di direzione dell’Istituto quando, nel 1998, ho intrapreso la tesi di laurea sul ruolo dell’ossigeno in macerazione-fermentazione. Per allora, una ricerca innovativa, tra quelle che il professore spronava sempre, ma invocando attenzione e prudenza senza lasciarsi andare a facili entusiasmi.

Egli, infatti, costituì l’Istituto di Enologia facendo da collettore d’intenti e finanziamenti di alcune importanti imprese enologiche e del settore del sughero. Da lì creò un’ampia rete di contatti con le aziende della filiera vino e diede vita a una vera e propria “ricerca enologica applicata”.

Fu antesignano, infatti, di quella che oggi definiamo “terza missione”: trasferì le conoscenze elaborate nel corso di diversi anni di sperimentazione in volumi e manuali tecnici per gli operatori del settore e organizzò numerosi simposi, convegni e giornate di studio.

Il professore inventò anche il Corso di Perfezionamento in Enologia, primordio formale di quello che oggi sono i Master Universitari di Primo Livello. Tra i suoi tanti allievi unisco a me, nel suo ricordo, tutti coloro che, trascorrendo un tempo più o meno ampio in Istituto, ne hanno apprezzato le doti umane e le capacità scientifiche.

                                                                                                               Grazie professore

                                                                                                                 Milena Lambri

Nella foto, il Prof. Colagrande con seduto accanto il Prof. Fontana