Premio Antico Fattore 2022 ad Enrico Valli

Il premio viene conferito annualmente dall’Accademia dei Georgofili.

Premio Antico Fattore 2022 a Enrico Valli — Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari (unibo.it)

conferito da parte dell’Accademia dei Georgofili per l’attività di ricerca e l’articolo:

Enrico Valli, Filippo Panni, Enrico Casadei, Sara Barbieri, Chiara Cevoli, Alessandra Bendini, Diego Luis García-González, Tullia Gallina Toschi. “An HS-GC-IMS method for the quality classification of virgin olive oils as screening support for the panel test”. Foods, 9, 657 (2020), doi: 10.3390/foods9050657, EISSN: 2304-8158.

 

L’articolo propone la messa a punto ed applicazione di un approccio analitico strumentale che possa supportare il Panel test nella definizione della qualità merceologica degli oli di oliva vergini.

In particolare, le matrici di dati basate sull’analisi HS-GC-IMS di 15 composti volatili in 198 oli di oliva vergini, classificati nelle tre categorie commerciali (extra vergine, vergine e lampante) mediante panel test, sono state elaborate mediante la costruzione di modelli di classificazione PLS-DA sequenziali.

I risultati hanno evidenziato un’elevata percentuale di campioni correttamente classificati nella medesima categoria merceologica determinata dall’analisi sensoriale e sono, pertanto, molto incoraggianti per ipotizzare l’utilizzo di questa metodica analitica strumentale a supporto del panel test.

L’utilizzo di approcci analitici strumentali semplici ed innovativi potrà permettere di aumentare il numero di campioni valutati dal panel in ogni giornata di lavoro, nell’ottica di rendere più efficace e capillare il controllo della qualità e dell’autenticità degli oli di oliva vergini.

 

Il lavoro è stato realizzato nell’ambito del progetto di ricerca europeo Horizon2020 OLEUM “Advanced solutions for assuring the overall authenticity and quality of olive oil” (Grant agreement n. 635690).

Tra gli obiettivi di ricerca del progetto OLEUM (http://www.oleumproject.eu/), coordinato dall’Università di Bologna, che, tra il 2016 e il 2021, che ha visto la partecipazione di numerosi centri di ricerca ed università italiane, europee ed extra-europee, vi era la messa a punto e l’applicazione di metodiche analitiche rapide, innovative,  affidabili ed applicabili dai laboratori per valutare la qualità e la genuinità degli oli di oliva vergini.